E tu mi chiedi se sono felice

Il verde degli alberi e delle pale di fichi d’india, intervallato, qui e là, dal grigio, dal giallo ocra e dal rosa di case e palazzi sparsi. L’azzurro del mare che sconfina con il cobalto rosa-aranciato del cielo al tramonto. Noi due sul terrazzo, di fronte al sublime della natura. Le note de “Il bacio”Continua a leggere “E tu mi chiedi se sono felice”

Di quei modi garbati, di donne e di politica in terra di Calabria

Mi è arrivata a metà mattinata un’email di mio padre con il link di un articolo di un quotidiano nazionale. Nell’immediatezza sono rimasta incredula. Poi ne ho avuto conferma: iniziavano a susseguirsi le notizie; sono giunti, poi, a sigillo della veridicità dell’informazione, i messaggi di cordoglio dei colleghi di partito e della sua ala politica,Continua a leggere “Di quei modi garbati, di donne e di politica in terra di Calabria”

Quella poetessa e quelle poesie che riempiono una vita

Era un pomeriggio afoso di inizio giugno. Ultimo anno di liceo. Guardavo la televisione, sdraiata sul divano, subito dopo pranzo e subito prima di rimettermi sui libri a studiare per la “maturità”. Su Raitre passò un servizio su Alda Merini: era lei a raccontarsi, a raccontare del suo rapporto con la poesia, con l’amore eContinua a leggere “Quella poetessa e quelle poesie che riempiono una vita”

Intendiamoci, sono ancora fra noi “quelli che non esiste più la mafia di una volta”.

In principio fu la notizia della dichiarazione di una ex senatrice … Un sabato sera qualunque.Mi compare sul display dello smartphone la notifica di una notizia dell’ultima ora.Non sono solita cliccare immediatamente sulle notifiche delle app installate sul mio “telefonino” (e lo so che dovrei definirlo “dispositivo mobile”, ma chiamarlo “telefonino” mi fa tornare allaContinua a leggere “Intendiamoci, sono ancora fra noi “quelli che non esiste più la mafia di una volta”.”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito